venerdì 30 novembre 2007

Il metodo vichingo
















Dopo il post sul perdono di qualche giorno fa, eccone uno finalizzato a ristabilire l'equilibrio cosmico. Di recente Julian Cope, maestro di vita e di Rock 'n' Roll, ha risposto a alcune domande dei lettori di Uncut. Un certo Rik ha tirato in ballo tre nemici storici dell'Arcidruido: Ian McCulloch (cantante degli Echo & The Bunnyman, prima dei quali, ancora adolescente, assieme a Cope e a Pete "Wah!" Wylie aveva ideato i leggendari Crucial Three), David Balfe (che era al suo fianco nei Teardrop Explodes) e Bill Drummond (ex manager, in seguito leader del gruppo situazionista KLF, autore del brano Julian Cope is Dead). Questo è stato l'interessante botta e risposta:
Rik: -Se per assurdo Ian McCulloch, Bill Drummond e David Balfe venissero da te e si scusassero per le cose fatte in passato, potresti perdonare e dimenticare?
Julian Cope: -No, perchè non sono cristiano e non credo nel perdono. Non li perdonerei, ma siccome ho un approccio alla vita profondamente Vichingo, mi piacerebbe avere la possibilità di garrotarli tutti e tre, e procedere alla loro esecuzione sommaria in qualche pantano danese, come sacrificio in onore di Frig o Freya.

Postilla finale: se ingrandite la foto, potete leggere sul maico della chitarra la scritta KOTJMF. Che vuol dire, vi chiederete? Kick out the jams, motherfucker!

Video The Teardrop Explodes - Reward

1 commento:

Luca ha detto...

non credo che la frase del signor cope ristabilisca "un ordine" rispetto al precedente post. trasuda, invece, facile ignoranza a meno che non la leggiamo come una mera provocazione. è vero che il concetto di perdono è proprio della cultura cristiana, tuttavia il cristianesimo non ne detiene l'esclusiva. al pari di tanti altri concetti, per es. l'amore. solo i cristiani possono provare un tale sentimento? e i vichinghi? ma i vichinghi non possono anche essere cristiani? troppe domande...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...