giovedì 19 marzo 2009

Revolution Blues - Tutte le follie di Neil Young

Neil Young

Una guida ai dieci momenti più sorprendenti nella storia di uno dei giganti del rock. Un artista capace di ideare dei capolavori, così come di concentrare le sue energie su film surreali, esperimenti con la tecnologia e tour concepiti come sfide al proprio pubblico. Fino al nuovo Fork In The Road, un concept album sull’auto ecologica.

[Continua su Gibson.com]

Video Neil Young & Devo - Hey Hey, My My

2 commenti:

The musical box ha detto...

Ha dato vita a grandi album, veri e propri capolavori del rock, uno su tutti "on the beach" per me il suo disco più bello.
Non ho mai avuto la possibilità di vederlo dal vivo e spero un giorno di riuscire ad assistere a qualke suo concerto.
GENIO!

Paolo Bassotti ha detto...

"On the Beach" è sicuramente un capolavoro, anche se è difficile scegliere il top in una discografia che include album quali "Zuma", "Rust Never Sleeps" e "After The Gold Rush". Il mistero di "On The Beach" sta in come canzoni all'apparenza tanto spontanee, quasi distratte, riescano a comunicare alla perfezione un universo di inquietudini: stanchezza, paranoia, cinismo, disillusione. In Revolution Blues pare di vedere la west coast che sprofonda!

Anch'io vorrei davvero ammirare Neil in concerto, magari coi Crazy Horse. E' uno dei grandi che ancora mi mancano, in cima alla mia lista dei desideri, assieme a Prince, Van Morrison e Kevin Rowland.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...